venerdì 7 aprile 2017

'I COSI 'I DIU

Carissimi amici, tra i miei libri, ne ho uno preziosissimo I CANTI DELLA TRADIZIONE POPOLARE DI MILENA raccolti da Arturo Petix.
video
Il Petix ha fatto un vero e proprio lavoro  certosino per consegnarci delle meravigliose testimonianze che altrimenti sarebbero andate perdute. Milena è un paese in provincia di Caltanissetta, il famoso "paese delle robbe". I canti, le preghiere e devozioni, sono volutamente riportate così come in originale, ne faccio una traduzione per i tanti amici che pur non masticando il nostro dialetto sono attratti dalle tradizioni siciliane.


ORAZIONE DI CHI ENTRA IN CHIESA


Ia trasu nni sta chiesa trunfanti
prima salutu a Dia e pua a li Santi;
arzu la mani dritta
pigliu l'acqua biniditta
mi la mintu nni lu visu
sacciu ca ié ghiri 'n padarisu!
Arzu l'ùocchi e viu luci
viu a Gesù misu 'n cruci
ancora dda lu viu ristari
pi li setti piccati murtali!

Ia trasu nni sta chiesa, o mia Signuri
unni aspittati a mia cu tantu amuri;
trasu cuntenti e li piedi Vi vasu
pirdunatimi o Dia si V'aiu offisu!
Grapiti pettu mia, grapiti cori
lassa passari a Dia ca voli antrari
Iddu ti porta ricchizzi e trisori
è mìedicu ca l'arma fa sanari!


(popolare MILENA CL)

ORAZIONE DI CHI ENTRA IN CHIESA 

Io entro in questa chiesa felice/ prima saluto Dio e poi i Santi/ alzo la mano destra/ prendo l'acqua benedetta/ me la metto sul viso/ so che andrò in paradiso/ Alzo gli occhi e vedo la luce/ vedo Gesù messo in croce/ ancora là lo vedo rimanere/ per i sette peccati mortali/ Io entro in questa chiesa o mio Signore/ dove aspettate a me con tanto amore/ entro contento e vi bacio i piedi/ perdonatemi oh Dio se v'ho offeso/ Con l'acqua della fonte/ mi bagno la fronte/ perdonatemi oh Dio se v'ho offeso/ Apriti petto mio/ apriti cuore/ lascia passare a Dio che vuole entrare/ Egli ti porta ricchezze e tesori/ è medico che l'anima fa guarire.

Nessun commento: