giovedì 22 giugno 2017

ATTACCAMI di Armando Carruba

Attaccami cc''n filu, 'o ventu
ca joca cco'  cori.
Sparigghia 'i capiddi
niuri comu a notti
e vasami 'na vota sula.
e nautra vota, e nautra vota.
Nun ti nni jiri 'ntè me' riordi
resta cca',  ccu mia
oi e dumani.
Attaccami 'o filu dda tò vita
e fammi sunnari. 

Armando Carruba

MARI di Salvatore Guggino


Un bella poesia del mai dimenticato dott. Salvatore Guggino che ha partecipato alla Rassegna 'A TERRA MIA la voce dell'attore Armando Carruba.

mercoledì 21 giugno 2017

'A FUNTANA 'E PAPIRI di Armando Carruba


Jttavumu pani duru
'e pisci dda' funtana
ccu l'acqua ca vugghieva
di mussa ca circavunu
na muddica ppi natari.
'U picciriddu satava cuntentu
'i palummi abbulavunu
la papira quacquariava,
'nu vecchiu assittatu
vinneva calia e simenza...
e 'u suli rirennu
pittava 'u celu
e salutava 'u jornu

Armando Carruba

SICILIANANDO

C'era 'na signurina ca vuleva fatta 'na scarpina
Comu? Cu lu taccu curtu o cu u curtu taccu?
E s'un m'a fà cu lu taccu curtu o cu lu curtu taccu
c'inchiappu sola, chiatteddi e taccu

martedì 20 giugno 2017

CUNTINTIZZA - armando carruba -

CUNTINTIZZA

'A cuntintizza è 'n nenti,
'n ciusciuni 'i ventu
leggiu e cauru...
ca ti tucculìa 'ntà l'arma,
quannu l'ha persa.
Havi l'occhi dill'amuri
'a carizza 'i 'na notti
c'annaca i to' pinzeri.
Cuntintizza nun si vidi
ma c'è, quannu c'è,
lassannu 'u postu
o' ciatu ill'arma,
ppi cantari cco' cori
'na paggina 'i vita
ca tu m'arrialasti

Armando Carruba

PANI CUNZATU - armando carruba -


PANI CUNZATU
Ppi l'amici siciliani, simenza 'ntò munnu, ppi nun scurdari 'u piaciri di mangiarisi 'u pani cunzatu, eccu 'na ricetta sbriciula sbriciula (poi ognunu è libbiru di mittiricci chiddu ca voli)
Ma non ti scurdari ca... SI VO' MANCIARI FORTI E SANU, MANCIA PANI SI' MA SICILIANU!
'Ngridienti ppi 4 amici:
* 1 kg di pani (e facemu un chilu e mezzu basta ca c'è a paci)
* pumadori maturi e citrigni
* furmaggiu a piaciri
* na para d'acciughi salati
* ogghiu illibbatu ma raccumannu
* sali, rjinu, pipi (o peperoncino)
'U pani a 'ssiri cauru cauru, megghiu si è di granu duru e chiddu 'i casa, Tagghiatilu a mità in sensu orizzuntali, faciti da tutti due i parti cco' cuteddu solchi 'ntà muddica e mittitici ogghiu e sali. Chista è 'a basi ora si ponu mettiri l'autri cosi, secunnu gustu: i pumadori, furmaggiu picurinu, l'acciughi salati, 'u rjinu, 'u pipi etc. Mittiti i ddu mezzi una supra all'autra e scacciatili bonu bonu accussì tuttu l'ogghiu si sciogghi 'ntò pani. Tagghiati a pezzi e... cu c'arriva arriva ah (?)
PANE CONDITO
Per gli amici siciliani sparsi un po' per il mondo, come semenza d'amore, per non dimenticare il piacere di mangiare 'u pani cunzatu (pane condito) ecco una ricetta - ognuno può mettere delle varianti naturalmente.
Si vo' mangiare forti e sanu, mangia pani sì ... ma sicilianu
Ingredienti per 4/5 persone
kg 1 di pane (e facemu un chilu e mezzu vah!), pomodori maturi e sodi, formaggio a piacere, alcune acciughe salate, olio, sale, origano, pepe (o peperoncino).
Occorre procurarsi del buon pane caldo, meglio se di grano duro e casereccio. Tagliarlo a metà nel senso orizzontale, fare su entrambe le parti dei profondi solchi con il coltello e condire con abbondante olio e un po' di sale. Questa è la base alla quale sipossono aggiungere altri ingredienti, secondo il proprio gusto e la propria fantasia: pezzetti di pomodori maturi, di formaggio, di acciughe salate, nonchè origano, pepe o peperoncino. Mettere le due metà l'una sull'altra e schiacciarle forte in modo che l'olio penetri in tutto il pane, poi tagliare a pezzettoni e servire.
Ju ci sugnu sempri ah?

lunedì 19 giugno 2017

SICILIANANDO armando carruba

CU' JOCA CCA' JATTA NESCI 'RATTATU
Chi gioca col gatto esce graffiato

LA JATTA MI TALIA E LU SURCI MI PILIA
Cercare il pelo nell'uovo onde contrariarsi a vicenda, per litigare